XChiudi

Proseguendo la navigazione sul nostro sito, lei accetta che vengano utilizzati dei cookie per proporle servizi e offerte in linea con le sue aree di interesse.

Per saperne di più e configurare i cookie
ACMELLA
Principale indicazione: rughe di espressione
ATTIVO PURO A04
Sintesi bibliografica
 
  • Nome INCI: ACMELLA OLERACEA EXTRACT
  • Estratto di fiori e gambi di Acmella oleracea, titolato in spilantolo
 

Lo spilantolo viene estratto dalla pianta Acmella oleracea. Lo spilantolo svolge interessanti bio-attività. Si tratta di un anestetico locale e di un analgesico, oltre a possedere proprietà insetticide. L’acmella oleracea (o Spilanthes acmella) è una pianta medicinale, nota anche con il nome tailandese di Phak-Kratt-Huawaen. È stata a lungo utilizzata nella medicina tradizionale per alleviare il mal di denti e di testa, l’asma e i reumatismi. Il decotto delle sue radici è stato impiegato come agente lassativo e diuretico. Questa pianta contiene spilantolo, ma anche derivati di isobutilamide, esteri α- e β-amirina, di stigmasterolo, alcol di miricile comprendente glucosidi di sitosterolo e saponine triterpenoidi. Vari studi hanno dimostrato che i composti dell’Acmella oleracea svolgono attività antiossidanti, vasodilatatrici e antimicrobiche.
Inoltre, questo estratto è ampiamente utilizzato in campo cosmetico, come miorilassante e per stimolare, riorganizzare e rafforzare il reticolo collagenico.

 

  • MECCANISMI DI AZIONE / PROVE DI EFFICACIA

Quando sorridiamo, inarchiamo le sopracciglia, ridiamo e parliamo, la pelle del nostro viso è sottoposta quotidianamente a migliaia di micro-contrazioni involontarie che determinano la formazione di piccole rughe. Queste ultime possono diventare progressivamente più visibili e profonde. Proprio grazie ad un meccanismo miorilassante, che rallenta queste micro-contrazioni, l’estratto di Acmella oleracea svolge un’efficace azione sulle rughe di espressione. Inoltre, con il tempo, il numero e l’attività dei fibroblasti diminuiscono e l’architettura extracellulare si modifica. La diminuzione dell’adesione dei fibroblasti alla matrice di collagene e le ridotte interazioni fibroblasti/matrice extracellulare sono all’origine della disorganizzazione del reticolo di collagene, con conseguente perdita di tonicità e aumento delle rughe.  L’effetto dell’Acmella oleracea sul reticolo di collagene consente di rassodare la pelle e di ridurre le rughe.

In vitro, gli estratti di Acmella oleracea svolgono azioni antiossidanti [2].

Lo spilantolo, un principio attivo isolato dall’Acmella oleracea, è un miorilassante ad azione rapida. Benché il suo meccanismo di azione non sia ancora noto, lo spilantolo ha dimostrato di possedere una capacità miorilassante rapida e progressiva, anche a bassa concentrazione (Brevetto, USPTO Applicazione: 20070048245).

È stato dimostrato che solo lo 0,6% dell’estratto è necessario per ottenere un miorilassamento completo su un modello che riproduce le contrazioni muscolari [1]. Uno studio condotto su pelle ricostruita conferma la stabilità del principio attivo, altrettanto efficace nell’ambito di una formulazione. La sua attività dose-dipendente e reversibile è confermata. È interessante osservare che, dopo 24 ore, permane un’efficacia residua ad una concentrazione del 3% di estratto di Acmella oleracea [1].

Inoltre, un estratto di Acmella oleracea allo 0,25% induce una stimolazione della forza contrattile dei fibroblasti (maggiore interazione cellule/fibre di collagene), il che consente di rassodare e di ricompattare il derma [3].

In vivo, gli estratti di Acmella oleracea sono stati testati su volontari in una formulazione al 2%. Questi risultati mostrano fin dal primo giorno un effetto percepibile sul micro-rilievo cutaneo, grazie all’azione ultra-rapida dell’estratto (botox-like), e un’azione duratura dopo 28 giorni di trattamento. La profondità e la larghezza delle rughe si riducono, la pelle è più liscia e nettamente più soda [3].

 

  • IL PARERE DEL NOSTRO ESPERTO

Lo spilantolo appartiene ad una famiglia chimica dalla struttura relativamente semplice. Dal punto di vista farmacologico, è imparentato con il carisoprodolo (principio attivo farmaceutico sintetico), al quale assomiglia per la sua attività miorilassante in vitro.

La struttura polienica gli conferisce proprietà antiossidanti.

Il suo buon rapporto idrofilia/lipofilia ne favorisce la penetrazione cutanea e lo rende un serio candidato per un miorilassamento moderato con un potenziale potere antinocicettivo.

La sua origine naturale è un ulteriore vantaggio.

Non disponiamo di indicazioni circa la durata dell’effetto, la quale dipenderà dalla dose applicata e dalla formula.

DOSE EFFICACE
L’insieme delle pubblicazioni e degli studi scientifici, gli impieghi abituali di questo principio attivo e il parere del nostro esperto, ci hanno indotti ad utilizzare l’Attivo Puro Acmella alla dose di 30 mg per flacone.

 

  • STUDI SCIENTIFICI
    [1]

Attività

Metodo e durata

Prodotti testati e dose

Risultati

Attività miorilassante

L’attività miorilassante dell’estratto è stata testata su un modello che riproduce le contrazioni muscolari. Questo modello è ottenuto attraverso la co-coltura di neuroni motori con cellule muscolari umane che formano fibre muscolari striate e che, una volta innervate, si contraggono spontaneamente. Le contrazioni muscolari sono state conteggiate in presenza e in assenza dell’estratto di Acmella oleracea.
Lo studio è stato poi ripetuto, questa volta tramite l’applicazione di una crema contenente estratto di Acmella oleracea al 3% su una pelle ricostruita (costituita da derma ed epidermide), in maniera tale da valutare il persistere dell’efficacia dopo un’applicazione topica.

Estratto di Acmella oleracea allo 0,6%

Formulazione a base di estratto di Acmella oleracea al 3%

È stato dimostrato che è necessario solo lo 0,6% dell’estratto per ottenere un completo miorilassamento. Il processo di bloccaggio dipende interamente dalla concentrazione dell’estratto testato. Una volta ottenuto un completo miorilassamento, il mezzo di coltura viene lavato per eliminare l’estratto di Acmella oleracea. I risultati attestano il progressivo ritorno delle contrazioni muscolari, a dimostrazione della reversibilità dell’effetto.

Lo studio condotto sulla pelle ricostruita conferma la stabilità del principio attivo, altrettanto efficace nell’ambito di una formulazione. La sua attività dose-dipendente e reversibile è confermata. È interessante osservare che, dopo 24 ore, permane un’efficacia residua ad una concentrazione del 3% di estratto di Acmella oleracea.
Questo potrebbe suggerire un effetto cumulativo potenzialmente interessante in caso di uso quotidiano.

 

  • RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI

[2] Vasorelaxant and Antioxidant Activities of Spilanthes acmella Murr. Wongsawatkul O. et al., Int. J. Mol. Sci. 9(12) : 2724-2744. 2008

[3] A different approach to lifting efficacy based on a natural active ingredient. Schubnel L. SÖFW Journal, 133(9): 34-39. 2007

Questi dati sono forniti a titolo informativo e non costituiscono in alcun caso un’informazione medica né mettono in causa la nostra responsabilità. Questi documenti possono essere copiati o riprodotti solo ed esclusivamente a fini informativi, per un uso personale e privato. Qualunque copia o riproduzione utilizzata per altri scopi è espressamente vietata e metterebbe in causa la responsabilità del suo autore, ai sensi dell’articolo L 122-3 del Codice della Proprietà Intellettuale.