XChiudi

Proseguendo la navigazione sul nostro sito, lei accetta che vengano utilizzati dei cookie per proporle servizi e offerte in linea con le sue aree di interesse.

Per saperne di più e configurare i cookie
ALLANTOINA
Principale indicazione: pelle irritabile e sensibile
ATTIVO PURO A47
Sintesi bibliografica
 
  • Nome INCI : ALLANTOIN
  • Molecola pura a più del 98%, ottenuta tramite biosintesi
 

L’allantoina, prodotta dalla degradazione dell’acido urico, è presente nel sangue e nelle urine degli esseri umani e degli animali. Naturalmente presente anche in alcune piante (ad esempio, il “comfrey”) sotto forma di d-allantoina, può essere ottenuta, in una miscela racemica, tramite sintesi chimica a partire dall’acido urico (la L-allantoina è inattiva). L’aumento della temperatura provoca la racemizzazione.
Impiegata da 50 anni in medicina per curare numerose infezioni, ustioni o ulcere, l’allantoina è ampiamente utilizza anche nelle formulazioni cosmetiche, per prodotti di cura del corpo e dei capelli, prodotti per la prima infanzia, dopobarba e antitraspiranti. Si stima che questa molecola rientri nella composizione di oltre 1300 prodotti.

 

  • MECCANISMI DI AZIONE / PROVE DI EFFICACIA

Per quanto riguarda il meccanismo di azione, è stato dimostrato che l’allantoina non si comporta come un antisettico. Questa molecola favorisce la resistenza, la stabilità e l’immunità delle cellule, accelerandone lo sviluppo.
Varie ipotesi sono formulate a livello biologico:
Per quanto riguarda la sua azione biologica, sembrerebbe che vi sia un legame con l’attività degli acidi nucleici e, più in particolare, a livello della loro struttura e del loro accumulo nelle cellule. L’allantoina è legata al metabolismo delle basi puriche (guanina e adenina), poiché è un prodotto della loro degradazione.
• Azione cheratolitica [1]:
L’allantoina stimola la desquamazione [2, 3], eliminando i corneociti danneggiati attraverso la distruzione degli elementi di coesione.
• L’allantoina favorisce l’idratazione dell’epidermide [2], aumentando la capacità dei corneociti di captare l’acqua.
• L’allantoina è essenzialmente utilizzata per le sue proprietà lenitive e anti-irritanti [3, 4].
• L’allantoina favorisce la cicatrizzazione, stimolando la proliferazione delle cellule [1, 4, 5]

 

  • IL PARERE DEL NOSTRO ESPERTO

Molecola biomimetica proveniente dalla degradazione delle basi nucleiche e dell’acido urico, l’allantoina si comporta come una “poli-urea” igroscopica, della quale possiede numerose proprietà:  idratanti e desquamanti tramite alterazione dei collegamenti “idrogeno” a forte concentrazione. Si tratta di un buon condizionatore dello strato corneo, il che potrebbe spiegare in sé le proprietà lenitive, purificanti e pro-cicatrizzanti. Mentre le proprietà cosmetiche superficiali sono ben note, le altre azioni sono più aneddotiche e mal  documentate. Le dosi di impiego sono comprese tra 0,5%, per ottenere un certo effetto emolliente, e il 5%, con effetti più dissocianti, come nel caso dell’urea.

 

  • DOSE EFFICACE

L’insieme delle pubblicazioni e degli studi scientifici, gli impieghi abituali di questo principio attivo e il parere del nostro esperto, ci hanno indotti ad utilizzare l’Attivo Puro Allantoina alla dose di 240 mg per flacone.

 

  • RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI
[1] Allantoin and aluminium derivatives in dermatological applications. Irwin I et al, Drug & cosmetic industry, 1959.
[2] Evaluation of the efficacity of allantoin. Henning T, Euro Cosmetics, 2: 20-22. 2001.
[3] Narrative of an investigation concerning an ancient medical remedy and its modern utilities, the Symphytum Officinale and its contained Allantoin, Charles J. Macalister, 1936.
[4] Allantoin in cosmetics. Mecca SB, Drug & cosmetic industry, 76(6): 768-872. 1955.
[5] Allantoin its properties and uses. Posner AM, Cosmetic Science, 9(1):58-61. 1958.

Questi dati sono forniti a titolo informativo e non costituiscono in alcun caso un’informazione medica né mettono in causa la nostra responsabilità. Questi documenti possono essere copiati o riprodotti solo ed esclusivamente a fini informativi, per un uso personale e privato. Qualunque copia o riproduzione utilizzata per altri scopi è espressamente vietata e metterebbe in causa la responsabilità del suo autore, ai sensi dell’articolo L 122-3 del Codice della Proprietà Intellettuale.