XChiudi

Proseguendo la navigazione sul nostro sito, lei accetta che vengano utilizzati dei cookie per proporle servizi e offerte in linea con le sue aree di interesse.

Per saperne di più e configurare i cookie

L'allergia cutanea

L’allergia cutanea, detta anche ipersensibilità ritardata da contatto, è una reazione di difesa delle pelle contro una sostanza mal tollerata o estranea all'organismo (allergene o antigene). Ogniqualvolta entra in contatto con tale sostanza, la pelle reagisce e compaiono manifestazioni cutanee (eczema, eruzione...).

Le tappe dell'allergia cutanea

L'allergia cutanea si articola in due fasi distinte: Fase di sensibilizzazione ad una sostanza: La pelle è regolarmente in contatto con il futuro allergene. Poco per volta, essa si sensibilizza, senza che compaia alcuna manifestazione cutanea. Scatenamento dell'allergia: La pelle diventa intollerante alla sostanza sensibilizzante. Ad ogni contatto con l'allergene, si scatena una reazione infiammatoria, mediata dalle cellule immunitarie, con conseguente comparsa di lesioni più o meno estese e gravi di eczema detto "da contatto"

Gli effetti dell'allergia cutanea sull'organismo

Al momento del primo contatto, l’allergene attraversa la barriera cutanea e si fissa sulle cellule di Langerhans (cellule dell'epidermide appartenenti al sistema immunitario). Queste cellule trasportano l'allergene fino alle ghiandole linfatiche più vicine per attivare i linfociti T, i quali che memorizzano la sua identità. Una volta che la pelle è sensibilizzata, qualunque contatto con l'allergene provocherà la comparsa di lesioni cutanee. L'allergia cutanea si manifesta generalmente sotto forma di eczema.

L' eczema, o dermatite atopica, è un'affezione cutanea non contagiosa, all'origine di quasi il 30% delle visite presso i dermatologi. Questa malattia della pelle provoca arrossamenti, irritazione, placche di piccoli brufoli, squame e prurito.

L’orticaria è un'infiammazione cutanea molto diffusa. Sembra infatti che quasi il 25% della popolazione sia colpito da questo fenomeno almeno una volta nella vita. L’orticaria provoca la comparsa di placche rosse (eritema) e di rigonfiamenti (edema), accompagnati da prurito più o meno intenso. Può essere acuta (alcune ore) o cronica (diversi mesi). In quest'ultimo caso, l'allergia è raramente messa in causa.