XChiudi

Proseguendo la navigazione sul nostro sito, lei accetta che vengano utilizzati dei cookie per proporle servizi e offerte in linea con le sue aree di interesse.

Per saperne di più e configurare i cookie

Le allergie farmacologiche

Alcuni farmaci possono provocare effetti secondari o allergie, con ripercussioni sull'organismo. È il caso della pillola contraccettiva o di determinati trattamenti per l'acne grave.

Effetti dell'assunzione di farmaci sulla pelle

A livello della pelle, l'assunzione di farmaci può dare luogo:

  • Ad un'ipersensibilità cutanea: arrossamenti, irritazioni, pruriti o bruciori
  • A secchezza cutanea: sensazione di pelle che tira, squame o brufoletti rossi


In questi casi, occorre idratare bene la pelle, lenirla e nutrirla con trattamenti adeguati:

Attivi Puri consigliati:
A30 Vitamina PP: L’attivo puro delle pelli secche

A32 D-Pantenolo: L’attivo puro delle pelli molto secche

A33 Urea: L’attivo puro contro la pelle che tira

A40 Avena: L’attivo puro delle pelli sensibili agli arrossamenti

A41 Bisabololo: L’attivo puro delle pelli sensibili e reattive

A43 Enoxolone 280: L’attivo puro delle pelli molto reattive

A46 Enoxolone 930: L’attivo puro delle pelli irritate

Trattamenti Biomimetici consigliati:
B26 Balsamo ultra-ricco nutriente

B53 Balsamo ultra-ricco nutriente corpo

Queste ripercussioni sull'organismo possono tradursi anche in un aumento della produzione di sebo: acne, brufoli o punti neri. In questo caso, sono consigliati i seguenti trattamenti

Attivi Puri consigliati:
A20 Zinco Gluconato: l’attivo puro che regola l'eccesso di sebo

A21 Acido Salicilico 70: l’attivo puro contro i punti neri

A22 Acido Salicilico 300: L’attivo puro contro i brufoli

Conseguenze delle allergie farmacologiche

I meccanismi coinvolti sono spesso poco noti, ma è importante comprendere la differenza tra effetti secondari ed allergie. Gli effetti secondari sono piuttosto correnti, non dipendono dal sistema immunitario e sono legati al farmaco stesso. Alcuni sono costanti, connessi al meccanismo d'azione del farmaco; altri compaiono invece solo in alcuni soggetti.

Le allergie farmacologiche sono molto meno frequenti. Esse dipendono dalla risposta immunitaria dell'organismo e non dal dosaggio del farmaco. Subire un effetto secondario non significa quindi essere allergico al farmaco.