XChiudi

Proseguendo la navigazione sul nostro sito, lei accetta che vengano utilizzati dei cookie per proporle servizi e offerte in linea con le sue aree di interesse.

Per saperne di più e configurare i cookie
ARNICA
Principale indicazione: pelle a carattere edematoso, bluastra…
ATTIVO PURO A44
Sintesi bibliografica
 
  • Nome INCI : ARNICA MONTANA FLOWER EXTRACT
  • Estratto vegetale totale di fiori di Arnica montana
 

Della famiglia Compositae (come la camomilla e calendula), il genere Arnica conta più di 30 specie. L'Arnica montana è una pianta perenne originaria delle regioni montuose dell'Europa e della Russia meridionale. È utilizzata in Europa da centinaia di anni e gode di una tale popolarità da essere diventata la pianta più venduta in farmacia.

Sono state isolate molte sostanze, tra cui principalmente:

• Lattoni sesquiterpenici di tipo pseudoguaianolidi (responsabili dell’amarezza): l’elenalina da 0,2 a 0,5% e la diidroelenalina, e i loro esteri.
• Flavonoidi allo 0,2% tra cui l’ispidulina, derivata dall’apigenina e dalla spinacetina.

Nella medicina tradizionale, l’Arnica montana è descritta nelle farmacopee europee per il suo utilizzo nei trattamenti dei piccoli traumi come gli ematomi. Questa pianta è tradizionalmente utilizzata in fitoterapia per contribuire ad alleviare il dolore e/o l’infiammazione dei muscoli e delle articolazioni (distorsioni, ecchimosi, dolori articolari) [1, 2].

I fitoterapisti utilizzano molteplici forme farmaceutiche: infusi per impacchi, tinture madri di totum e di unguenti o macerazioni oleose per uso esterno con applicazione diretta. Questi usi dell’Arnica sono molto diffusi e le hanno valso l’appellativo di "erba delle cadute", secondo P. Lieutaghi.

L’Unione europea considera l’Arnica montana come "una specie vegetale d’interesse comunitario il cui prelievo in natura e sfruttamento potrebbe essere oggetto di misure di controllo". Ogni tipo di prelievo può essere regolamentato: piante fresche o secche, compresi, se il caso, foglie, rizomi, steli, semi e frutti. In questo quadro, l'Arnica montana è equiparabile ai campi di fieno dell’allegato V della Direttiva 92/43/CEE sugli habitat.

  • MECCANISMI DI AZIONE / PROVE DI EFFICACIA

L'ESCOP (European Scientific Cooperative On Phytotérapy) riconosce l’efficacia dell’Arnica nel trattamento di contusioni, distorsioni, infiammazioni causate da punture d'insetti, gengiviti, ulcere aftose e dolori articolari (reumatismi) [1]. La Commissione E tedesca ha approvato l'uso per via esterna dell'Arnica per il trattamento di ematomi, edemi, lussazioni, contusioni, disturbi muscolari [3, 4].

L'Arnica per via topica lenisce le contusioni e le ecchimosi, le distorsioni, i dolori muscolari e articolari [1, 3, 4, 5].

L’Arnica è conosciuta per le sue proprietà lenitive e decongestionanti, correlate ai lattoni sesquiterpenici, che sono coinvolti in diversi tratti della reazione infiammatoria. Tra questi, l'elenalina sembra essere la più attiva.

L'elenalina blocca il processo di infiammazione

Questa molecola è un potente inibitore del fattore di trascrizione nucleare NF-κB, un fattore cruciale nel processo infiammatorio [6, 7]. Essa può agire, tramite una reazione di alchilazione di Michael, sulla cisteina 38 dell’unità P65 di NF-κb, bloccandone così l’attivazione [6, 8]. L’inibizione di NF-κB attraverso i lattoni sesquiterpenici è accompagnata dalla riduzione della sintesi di citochine pro-infiammatorie, di COX-2 e della NO sintasi, con una conseguente consistente diminuzione della risposta infiammatoria [1].

I lattoni sesquiterpenici riducono le ecchimosi

Un’azione anti-ecchimotica correlata all’attivazione della coagulazione dei capillari, attraverso l’inibizione dell’aggregazione piastrinica del collagene, la formazione del trombossano [9].

Studi clinici hanno inoltre dimostrato che l’Arnica è stata in grado di ridurre il dolore e persino di trattare l’insufficienza venosa

Dolori muscolari: nel corso di uno studio preliminare con placebo, condotto su 12 volontarie, è stata osservata l'efficacia dell'Arnica gel per alleviare i dolori muscolari [1, 10].

Insufficienza venosa, varici: i risultati di uno studio in doppio cieco con placebo condotto su 89 soggetti affetti da insufficienza venosa indicano che l’Arnica gel può aumentare il tono venoso, ridurre gli edemi e alleviare la sensazione di pesantezza alle gambe [11].

Sollievo dei dolori post-operatori: in un test in doppio cieco condotto su 37 soggetti sottoposti a un’endoscopia per il trattamento della sindrome del tunnel carpale, i pazienti sono stati trattati sia con l’arnica omeopatica per via orale combinata con l’arnica gel per via topica, sia con la somministrazione di un placebo.

I pazienti trattati con Arnica hanno registrato una significativa riduzione del dolore rispetto a quelli trattati con il placebo. I risultati di uno studio analogo che confrontava l'efficacia di un placebo rispetto a quella del trattamento omeopatico senza applicare il gel, non hanno dimostrato l'efficacia del preparato omeopatico. Questi risultati suggeriscono che l'effetto antinfiammatorio dell’Arnica è attribuibile alla preparazione fitoterapeutica e non ai granuli omeopatici [12, 13].

  • IL PARERE DEL NOSTRO ESPERTO

L’Arnica è un attivo di riferimento della medicina tradizionale e numerosi farmaci più moderni la utilizzano sia nell’allopatia che nell’omeopatia. La sua azione è un complesso di proprietà legate a sostanze diverse.
Tuttavia, è possibile riconoscerne un doppio profilo: rinvigorimento vascolare e limitazione dell’extravasazione, insieme ad un aumento del drenaggio delle parti lese che consente un migliore riassorbimento degli edemi e degli ematomi. Nel caso di edemi traumatici, si nota un interessante effetto anti-infiammatorio conseguente alle sue azioni principali, ma anche a meccanismi propri che cominciano a essere scoperti.
La presenza di lattone terpenico può indurre un rischio di allergia. L’applicazione su ustioni o pelle con un’importante lacerazione non è auspicabile, specialmente nei bambini, per i quali esiste un rischio neurologico. Da sottolineare che l’uso per via orale è principalmente omeopatico.
La complessità dei componenti fa sì che il metodo di estrazione e la composizione risultante siano molto importanti nella determinazione della dose da applicare. La titolazione di lattoni sesquiterpenici e di flavonoidi può essere un buon marcatore. Le concentrazioni attive sono dell’ordine del 5% di estratto alcolico.

  • DOSE EFFICACE

Tutte le pubblicazioni e gli studi scientifici, l’utilizzo abituale di questo attivo e il parere del nostro esperto convergono su un dosaggio dell’estratto di fiore d’Arnica pari al 7%, ossia 30 mg per flaconcino da 15 ml.

  • RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI


[1] ESCOP 2003: ESCOP Monographs: The Scientific Foundation for Herbal Medicinal Products, 2nd edition. Exeter (UK): European Scientific Cooperative on Phytotherapy and Thieme; 2003.
 
[2] Modern Herbal. Grieve, M. 1979. A New York: Dover Publications, Inc.
 
[3] Effect of Homeopathic Arnica Montana on Bruising in Face-lifts – Brook M. Seeley MD, Andrew B. Denton MD, Min S. Ahn MD, Corey S. Maas MD, Arch Facial Plast Surg. 2006;8:54-59.
 
[4] Herbal Medicine: Expanded Commission E Monographs. Boston (MA): Integrative Medicine CommunicationsBlumenthal M, Goldberg A, Brinkmann J; 2000.
 
[5] Skin penetration behaviour of sesquiterpene lactones from different Arnica preparations using a validated GC-MSD method. Wagner S, Merfort I. J Pharm Biomed Anal. 2007 Jan 4;43(1):32-8. Epub 2006 Aug 23.
 
[6] The Anti-inflammatory Sesquiterpene Lactone Helenalin Inhibits. The Transcription Factor NF-kB by Directly Targeting p65. Guido Lyßet al, The journal of Biological chemistry, 273(50):33508–33516. 1998.
 
[7] Helenalin and 11 alpha,13-dihydrohelenalin, two constituents from Arnica montana L., inhibit human platelet function via thiol-dependent pathways. Schröder H, Lösche.
 
[8] Anti-inflammatory and immune-regulatory mechanisms prevent contact hypersensitivity to Arnica montana L. Lass C., Vocanson M., Wagner S., Schempp C., Nicolas J.F. Merfort I. and Martin S.F. Experimental dermatology, 17, 849-857, 2008.
 
[9] Herbal Medicines - Encyclopaedia of natural, herbal medicines  Barnes,  2007.
 
[10] Effects of phonophoresis with Arnica montana onto acute inflammatory process in rat skeletal muscles: an experimental study. Alfredo PP, Anaruma CA, et al. Ultrasonics. 2009 May;49(4-5):466-71.
 
[11] Principles and Practice of Phytotherapy, Mills S, Bone K. Churchill Livingstone, Harcourt Publishers, Grande-Bretagne, 2000.
 
[12] Use of Arnica to relieve pain after carpal-tunnel release surgery. Jeffrey SL, Belcher HJ. AlternTher Health Med. 2002 Mar-Apr;8(2):66-8.
 
[13] Homeopathic arnica for prevention of pain and bruising: randomized placebo-controlled trial in hand surgery Stevinson C, Devaraj VS, et al..J R Soc Med. 2003 Feb;96(2):60-5.

     

     

    Questi dati sono forniti a titolo informativo e non costituiscono in alcun caso un’informazione medica né mettono in causa la nostra responsabilità. Questi documenti possono essere copiati o riprodotti solo ed esclusivamente a fini informativi, per un uso personale e privato. Qualunque copia o riproduzione utilizzata per altri scopi è espressamente vietata e metterebbe in causa la responsabilità del suo autore, ai sensi dell’articolo L 122-3 del Codice della Proprietà Intellettuale.