XChiudi

Proseguendo la navigazione sul nostro sito, lei accetta che vengano utilizzati dei cookie per proporle servizi e offerte in linea con le sue aree di interesse.

Per saperne di più e configurare i cookie
AVENA
Principale indicazione: rossori occasionali
ATTIVO PURO A40
Sintesi bibliografica
 
  • Nome INCI : AVENA SATIVA (OAT) KERNEL EXTRACT
  • Estratto di semi di avena, titolato a 100ppm di Avenantramidi
 

Gli avenantramidi sono potenti polifenoli derivati dall’avena, pianta nota da molto tempo per le sue proprietà anti-irritanti. Gli avenantramidi A, B e C, costitutivi naturali attivi, rappresentano una frazione minore, ma estremamente efficace, dell’avena.

Oltre ai benefici terapeutici dell’avena come “alimento sano”, gli avenantramidi posseggono eccezionali proprietà dermatologiche calmanti, lenitive e desensibilizzanti. Queste sostanze bioattive sono utilizzate in un ampio ventaglio di applicazioni topiche: composizioni destinate alle pelli secche, irritate, sensibili, giovani o mature.

  • MECCANISMI DI AZIONE / PROVE DI EFFICACIA

 

Gli avenantramidi sono potenti antiossidanti [2, 3]. Svolgono una forte attività anti-radicali e sono quindi in grado di proteggere efficacemente la matrice dermica (collagene, elastina, acido ialuronico GAG, …).
• Riduzione della reazione infiammatoria
Studi in vitro hanno dimostrato che gli avenantramidi agiscono all'origine dell'infiammazione, limitando il rilascio dei mediatori pro-infiammatori, come le citochine IL-6 e le chemochine IL-8, allo scopo di calmare immediatamente e per lungo tempo la pelle [1, 4]. Sembra che gli avenantramidi agiscano tramite inibizione dell’attivazione del NF-KB ed inibizione della fosforilazione dei IKK (IKB chinasi) e IKB [4].
L’avena diminuisce l’intensità degli arrossamenti attraverso la sua azione anti-irritante [1, 5].
• Prevenzione della reazione allergica e riduzione del prurito
L’attività antistaminica è stata anch’essa provata in vitro, tramite l’inibizione dell’istamina prodotta dai mastociti [1, 3].
L’inibizione di questi mediatori dell’infiammazione ha un effetto benefico dimostrato in vivo sulla pelle. Infatti, uno studio clinico condotto su 10 volontari [2, 4] evidenzia una riduzione degli arrossamenti, del prurito e delle lesioni infiammatorie (papule) dopo l'applicazione topica di avena titolata in avenantramidi.
Le attività lenitive dell’avena ne fanno il candidato ideale per lottare contro gli arrossamenti tenaci.

 

  • IL PARERE DEL NOSTRO ESPERTO

L’attività del latte d’avena, stabilita dalla tradizione e ripresa da numerose marche dermocosmetiche e pediatriche, si spiega solo in parte con i polifenoli (avenantramidi), la cui attività antiossidante e antinfiammatoria è piuttosto comune in questa classe di prodotti.  Esiste sicuramente un effetto “ganga” proteo-glicanica che protegge alcune strutture cutanee e diminuisce addirittura le zone attaccabili dai germi che aggravano determinate patologie (come per l’atopia).  A nostro parere, gli effetti lenitivi e desensibilizzanti a medio termine sono ben definiti dalla pratica dermatologica e pediatrica.
Mancano studi che consentano confronti pertinenti tra prodotti di origine vegetale, a parità di composizione.
Benché ci risulti che non esista alcuno studio rigoroso attività/dose, la pratica dimostra che occorre rimanere su concentrazioni dell’ordine dell’1% ÷ 5% in estratto secco di avena Realba (la più nota in campo dermatologico).
La messa a disposizione di estratti titolati in avenantramidi permetterà di calibrare meglio l’attività di questa pianta.

  • DOSE EFFICACE

L’insieme delle pubblicazioni e degli studi scientifici, gli impieghi abituali di questo principio attivo e il parere del nostro esperto, ci hanno indotti ad utilizzare l’Attivo Puro Avena alla dose di 2 mg per flacone.

  • STUDI SCIENTIFICI
    [1]

Attività

Metodo e durata

Prodotti testati e dose

Risultati

Anti-irritante: riduzione degli arrossamenti

Studio clinico condotto su un panel di 9 volontari. Applicazione di estratti di avena diluiti per ottenere tre diverse concentrazioni di avenantramidi per 24 ore, seguita dall’esposizione ai raggi UV.
Misura dell’intensità degli arrossamenti mediante un colorimetro Minolta. Confronto rispetto al controllo (base line redness).

Tre soluzioni di estratto di avena diluiti per ottenere concentrazioni di avenantramidi comprese tra 0,5 e 45 ppm.

1,5 ppm di avenantramidi diminuiscono di circa il 12% l’intensità degli arrossamenti 4 ore dopo il trattamento.

Riduzione degli arrossamenti

Test della riduzione degli arrossamenti indotti da patch contenenti retinoli, applicati sulla schiena dei volontari (numero di volontari non indicato). Successiva applicazione di  patch contenenti il 3,5% di Dragocalm per 48 ore, tre volte alla settimana per tre settimane. Gli arrossamenti vengono misurati e viene attribuito un punteggio. Confronto con il controllo+retinolo.

3,5% di estratto di avena

Riduzione del 95% degli arrossamenti indotti dal retinolo rispetto al controllo+retinolo.

Attività antistaminica e antinfiammatoria

Studio in vitro sull’effetto degli avenantramidi sull’istamina, con misura tramite fluorescenza del tasso di avenantramidi prodotti. Test su mastociti peritonei. L’istamina è stimolata dalla sostanza P (10μM). Confronto rispetto al controllo: cellule incubate senza sostanza P.

Avenantramidi (A, B, C) a 0,5, 5, 50 ppm

-0,5 ppm di avenantramidi provocano una scarsa inibizione, dell’ordine  del 2%, dell’istamina rispetto al controllo
-5 ppm di avenantramidi provocano un’inibizione del 30% dell’istamina rispetto al controllo
-50 ppm di avenantramidi provocano un’inibizione del 115% dell’istamina rispetto al controllo

Diminuzione dell’infiammazione
Riduzione:
• Arrossamenti
• Prurito
• Zona papulare

Skin prick test: Studio clinico condotto su un panel di 10 volontari trattati con Dragocalm 100ppm, con successiva aggiunta di istamina idrocloride (10mg/ml) sulla stessa zona.
Misura di vari parametri:
-Arrossamento: misura effettuata 5 minuti dopo il trattamento
-Prurito: misura effettuata 5 minuti dopo il trattamento
-Area della zona papulare: 30, 60, 90, 120, 150 e 180 minuti dopo il trattamento
Confronto con il controllo: zone non trattate.

Avenantramidi (A, B, C)
a 100ppm

-Diminuzione degli arrossamenti (punteggio visivo): diminuzione di oltre il 40% dell’intensità degli arrossamenti in 30 minuti e di oltre il 75% in un’ora.
-Diminuzione del prurito (impressione soggettiva): Prurito dimezzato dopo 30 minuti.
-Diminuzione della zona papulare: diminuzione di circa il 35% dopo 30 minuti.
Misure effettuate rispetto alla zona non trattata.

Riduzione
significativa della
secrezione di
citochine IL-6 e di
chemochine IL-8
pro-infiammatorie.

Test dell’espressione di citochine e chemochine
pro-infiammatorie su cellule endoteliali
aortiche (HAEC) mono-strato, incubate con
20-40μg/ml di avenantramidi (A, B, C).

20-40μg/ml di avenantramidi
(A, B, C)

Diminuzione significativa della secrezione di citochine IL-6 e di chemochine IL-8 pro-infiammatorie

Riduzione della
secrezione di IL-8

Misura, tramite il metodo Elisa, del tasso di IL-8 su
campioni di epidermidi ricostituite sulle quali è stata
effettuata l’applicazione topica di un gel/emulsione contenente
retinolo (0,075wt.%). I campioni sono poi stati trattati con
due diverse concentrazioni di Dragocal 100 ppm.
Misura effettuata 48 ore dopo il trattamento. Confronto
rispetto al controllo+retinolo.

1,5% e 3,5% di estratto di avena

Riduzione della secrezione di IL-8 del 68% all’1% e del 90% al 3,5% di Dragocalm rispetto al controllo +retinolo.

  • RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI

[2] Potential health benefits of avenanthramides of oats. Mohsen Meydani. Nutrition Reviews, 67(12): 731–735. 2009.

[3] Dihydroavenanthramide D for anti-irritant and anti-itch. Schmaus G et al. Cosmetics and toiletries, 122(11)55-66. 2007.

[4] Avenanthramides, polyphenols from oats, inhibit IL-1beta-induced NF-kappaB activation in endothelial cells. Guo W et a., Free Radic Biol Med. 1;44(3):415-29. 2008.

[5] Identification and Cosmetic Application of Powerful Anti-irritant Constituents of Oat Grain. Vollhardt J, Fielder DA and Redmond M. Proceedings of the 21st IFSCC International Congress. 395. 2000.

Questi dati sono forniti a titolo informativo e non costituiscono in alcun caso un’informazione medica né mettono in causa la nostra responsabilità. Questi documenti possono essere copiati o riprodotti solo ed esclusivamente a fini informativi, per un uso personale e privato. Qualunque copia o riproduzione utilizzata per altri scopi è espressamente vietata e metterebbe in causa la responsabilità del suo autore, ai sensi dell’articolo L 122-3 del Codice della Proprietà Intellettuale.