XChiudi

Proseguendo la navigazione sul nostro sito, lei accetta che vengano utilizzati dei cookie per proporle servizi e offerte in linea con le sue aree di interesse.

Per saperne di più e configurare i cookie

L'ipoderma

L’ipoderma: strato inferiore della pelle

L’ipoderma forma lo strato più spesso della pelle, collegato al derma tramite fibre di elastina e di collagene. È essenzialmente costituito da cellule dette adipociti, specializzate nella produzione e dello stoccaggio dei grassi. Questi corpi grassi sono necessari al buon funzionamento di ciascuna cellula cutanea in quanto, degradandosi, producono energia vitale. L'insieme degli adipociti costituisce un tessuto di supporto elastico e deformabile, che possiede proprietà "ammortizzanti" in caso di urti, come un vero e proprio "materasso" per la pelle. Queste cellule svolgono anche un ruolo isolante e contribuiscono alla termoregolazione della pelle.

Gli adipociti: componenti dell'ipoderma

Gli adipociti sono cellule di notevoli dimensioni. Vera e propria riserva energetica, gli adipociti sono in grado di immagazzinare i grassi sotto forma di trigliceridi all'interno di vacuoli. Oltre a questo ruolo energetico, tali cellule partecipano alla produzione di alcuni ormoni (estrogeno) e alla sintesi di molecole coinvolte nella reazione infiammatoria. Esistono due varietà di adipociti:

  • Gli adipociti bianchi, pari al 15% - 20% del peso di un individuo e ritenuti una delle maggiori riserve di energia dell'organismo.
  • Gli adipociti bruni, presenti in grande quantità negli animali che vanno in letargo e nei neonati. Al momento del parto, essi consentono anche ai nascituri di adattarsi al brusco cambiamento di temperatura (involucro materno a 37°C, ambiente esterno a 20°C).

 

Quando l'ipoderma non funzione più

Anche se il loro numero tende a rimanere costante dopo l’adolescenza, gli adipociti possono però moltiplicarsi per tutta la vita a partire da una cellula precursore, detta pre-adipocita. Le dimensioni di un adipocita sono molto variabili. In effetti, più l’adipocita immagazzina lipidi (apportati dall'alimentazione) e più le sue dimensioni aumentano, fino a raggiungere decine di volte la sua capacità iniziale. Questo fenomeno è all'origine dell'aumento di peso. In compenso, durante una dieta, gli adipociti liberano nell'organismo acidi grassi e zuccheri, fonti di energia.

Quando gli acidi grassi apportati dall'alimentazione sono eccessivi, vengono immagazzinati negli adipociti, il cui volume aumenta... Questo finisce per conferire alla pelle il caratteristico aspetto a buccia d'arancia. Lo stress, le variazioni ormonali e la cattiva circolazione accentuano questo fenomeno.

Attivo Puro consigliato:
A90 Caffeina: L’attivo puro anti-cellulite