XChiudi

Proseguendo la navigazione sul nostro sito, lei accetta che vengano utilizzati dei cookie per proporle servizi e offerte in linea con le sue aree di interesse.

Per saperne di più e configurare i cookie
ISOFLAVONI DI SOIA
Principale indicazione: effetti della menopausa sulla pelle
ATTIVO PURO A07
Sintesi bibliografica
 
  • Nome INCI: GLYCINE SOJA (SOYBEAN) SEED EXTRACT
  • Estratto da semi di soia (Glycine max L.), titolato in Isoflavoni (tenore > 50%)
 

La perdita di luminosità dell'incarnato può corrispondere alla carnagione cerosa delle pelli grasse associate a pori dilatati, o può essere una delle conseguenze dell'invecchiamento cutaneo, dovuto:
• all’ispessimento dello strato corneo, per effetto dell'accumulo di corneociti, che riduce la trasparenza dell'epidermide
• all’assottigliamento dell’epidermide viva
• al rallentamento dell'attività e del turn-over (rinnovamento) dei cheratinociti
• alla maggiore ed irregolare densità melanocitaria.
In grado di modificare la coesione dei corneociti e, quindi, di accelerare il processo di desquamazione, gli AHA modulano il rinnovamento epidermico.
Inoltre, rispetto agli altri AHA, l’acido citrico possiede una proprietà astringente che consente di richiudere i pori dilatati e di affinare la grana della pelle (proprietà ampiamente riconosciuta e generalmente legata al tradizionale impiego del limone).

 

  • MECCANISMI DI AZIONE / PROVE DI EFFICACIA

La diminuzione degli estrogeni, legata all’età, provoca una perdita di volume e di densità della pelle. L’azione ormono-mimetica “oestrogen-like” degli isoflavoni di soia (genisteina e daidzeina) agisce:
• sulla stimolazione della produzione di acido ialuronico [1]: la genisteina e la daidzeina aumentano notevolmente la produzione di acido ialuronico in colture di cheratinociti e migliorano le alterazioni cutanee;
• sulla stimolazione della produzione di collagene [2] in colture di fibroblasti: la genisteina provoca un aumento della concentrazione di collagene;
• sul miglioramento dell’elasticità della pelle [3];
• sull’inibizione delle metalloproteinasi di matrice (MMP-1), come le collagenasi e le elastasi, che degradano il tessuto connettivo [4].

In occasione dell’applicazione di un gel a base di isoflavoni (4% di genisteina), è stato osservato un aumento della densità della pelle e del numero di vasi sanguigni [4]. Gli isoflavoni di soia (2%) in applicazione topica provocano anche un aumento delle papille cutanee nei soggetti anziani, migliorando in tal modo la giunzione dermo-epidermica [5]. Le pelli mature hanno un aspetto più giovane [2].

Il miglioramento della giunzione dermo-epidermica, dell’elasticità e della densità della pelle è legato all’aumento della produzione di acido ialuronico e di collagene, nonché al blocco della degradazione del collagene e dell’elastina tramite inibizione delle MMP. L’impiego di questi principi attivi consente così di ridare volume e densità alla pelle.

 

  • IL PARERE DEL NOSTRO ESPERTO

Alcune molecole policicliche a densità elettronica favorevole possono mimare l’azione degli ormoni naturali sul loro recettore nucleare; è il caso degli isoflavoni di soia con i recettori RE (estrogenici). Questa azione è ben attestata. Occorre ricordare che la forma aglicone della genisteina e della daidzeina è quasi sempre la più efficace, il che può rendere complesso il confronto delle dosi attive, a seconda dei prodotti utilizzati negli studi riportati in letteratura.

La modulazione dei recettori nucleari è un meccanismo fondamentale ai fini della differenziazione/proliferazione e del mantenimento delle attività cellulari. L’attivazione dei RE ha un indiscutibile effetto sul mantenimento dell’aspetto giovane delle pelle (produzione di fibre, inibizione delle collagenasi ed elastasi). Azioni analoghe sono possibili con gli altri modulatori nucleari, come l’acido retinoico.

Altri effetti non-nucleari sono possibili, in particolare sulla “catena calcica”, che può provocare a sua volta una risposta nucleare.

Si può ritenere che la massima efficacia di questo tipo di prodotto si collochi alla menopausa, quando viene a mancare la stimolazione naturale. Mancano studi controllati, difficili da realizzare correttamente nel tempo. I meccanismi di adattamento della pelle sono lunghi (parecchi mesi) e rendono difficile la dimostrazione. Tuttavia, si è certi del fatto che la riduzione della stimolazione di questi recettori crei una carenza cutanea.

Gli isoflavoni di soia sono un mezzo tradizionale, oggi dotato di una forte logica, per contrastare gli effetti del calo degli ormoni sessuali e del rallentamento cutaneo. Non sono noti effetti secondari gravi per via topica.

Le dosi da applicare dovrebbero tenere conto delle esigenze dell’organismo. Tuttavia, considerando l’attività specifica molto moderata degli estratti di soia, si provvede innanzitutto a favorirne la migliore disponibilità e ad ottenere un’attività sensibile.  Una concentrazione di genisteina (aglicone derivante dall’idrolisi) compresa tra 1% e 2 % sembra essere giustificata in un ambiente pro-penetrante (ad esempio, idro-alcolico).

Gli effetti devono essere osservati nell’arco di parecchie settimane e il trattamento deve essere pressoché continuo, in linea con il calo naturale dell’ormone biologico.

 

  • DOSE EFFICACE

L’insieme delle pubblicazioni e degli studi scientifici, gli impieghi abituali di questo principio attivo e il parere del nostro esperto, ci hanno indotti ad utilizzare l’Attivo Puro Isoflavoni di Soia alla dose di 145 mg per flacone.

 

  • RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI

[1] Genistein and daidzein stimulate hyaluronic acid production in transformes human keratinocyte culture and hairless mouse skin. Miyazaki K et al. Skin. Pharmacol. Appl. Skin. Physiol, 15(3):175-83. 2002.

[2] Novel aspects of intrinsic and extrinsic aging of human skin: beneficial effects of soy extract. Südel KM et al. Photochem Photobiol. 81(3):581-7. 2005

[3] Topical application of bifidobacterium-fermented soy milk extract containing genistein and daidzein improves rheological and physiological properties of skin. Miyazaki A et al. J. cosmet, Sci 55(5) :473-479. 2004.

[4] Topical N-acetylCysteine and genistein prevent Ultraviolet-light induced signaling that leads to photoaging in human skin in vivo. Kang S et al. The society for investigative dermatology, 120(5): 835-841. 2003.

[5] The effect of topical isoflavones on post-menopausal skin: double bind and randomized clinical trial of efficacy. Moraes AB et al. European journal of obstretic and gynecology and reproductive biology 146:188-192. 2009.


Questi dati sono forniti a titolo informativo e non costituiscono in alcun caso un’informazione medica né mettono in causa la nostra responsabilità. Questi documenti possono essere copiati o riprodotti solo ed esclusivamente a fini informativi, per un uso personale e privato. Qualunque copia o riproduzione utilizzata per altri scopi è espressamente vietata e metterebbe in causa la responsabilità del suo autore, ai sensi dell’articolo L 122-3 del Codice della Proprietà Intellettuale.