XChiudi

Proseguendo la navigazione sul nostro sito, lei accetta che vengano utilizzati dei cookie per proporle servizi e offerte in linea con le sue aree di interesse.

Per saperne di più e configurare i cookie

La melaninaMelanocita: all'origine della melanina

All'interno dei melanociti, la melanina è concentrata in "capsule", chiamate melanosomi. Queste capsule migrano lungo le digitazioni, fino ai cheratinociti, per depositarvi la melanina.

La produzione di melanina avviene in continuazione, ma è fortemente attivata dall'azione dei raggi UVB, con conseguente comparsa di un'abbronzatura più o meno intensa in superficie. Grazie al loro potere di assorbimento dei raggi UV, questi pigmenti proteggono la pelle aggredita dalle radiazioni solari. L'abbronzatura è quindi un naturale meccanismo di fotoprotezione.

I vari tipi di melanina

Esistono due tipi di pigmenti melanici:

  • l’eumelanina, di colore marrone scuro-nero
  • la feomelanina, giallo-arancione

 

Ciascun individuo possiede una proporzione preciso di queste due melanine, all'origine del suo colore di pelle.

L’esposizione solare stimola la produzione di melanina da parte dei melanociti. Questo fenomeno è detto melanogenesi ed è all'origine dell'abbronzatura. Le eumelanine sono in grado di assorbire i raggi UV e consentono alla pelle di proteggersi naturalmente dal sole. I melanociti svolgono quindi un ruolo fotoprotettivo tramite la sintesi di eumelanine. Purtroppo, le feomelanine, prodotte in maggioranza nei soggetti con i capelli rossi, non sono fotoprotettive, bensì foto-aggressive, per effetto della produzione di radicali liberi durante l'esposizione ai raggi UV. Questo spiega la propensione dei soggetti con i capelli rossi a sviluppare forme di cancro della pelle foto-indotte.

I melanociti: cellule produttrici di melanina

I melanociti sono cellule situate nell'epidermide. Il numero di melanociti è stabile e, a seconda dei soggetti, rappresenta dal 2% al 4 % delle cellule epidermiche. Le variazioni di pigmentazione e, quindi, di colore della pelle, da un individuo all'altro non dipendono dal numero complessivo di melanociti, che tende a rimanere costante. Esse dipendono invece dall’attività dei melanociti e dalla distribuzione dei melanosomi (organiti di stoccaggio delle melanina) all'interno delle cellule epidermiche.

Quando la produzione di melanina non funziona più

Se le cellule non producono abbastanza melanina, si ottiene una pelle chiara che si abbronza con difficoltà.
A83 Tirosina: l’attivo puro contro l'abbronzatura difficile

Se le cellule producono troppa melanina, si assiste alla comparsa di macchie, iper-pigmentazione e incarnato poco omogeneo.
A71 Glabridina: l’attivo puro delle pelli iper-pigmentate

A72 Arbutina: l’attivo puro contro le macchie scure