XChiudi

Proseguendo la navigazione sul nostro sito, lei accetta che vengano utilizzati dei cookie per proporle servizi e offerte in linea con le sue aree di interesse.

Per saperne di più e configurare i cookie

OMEGA-3
Principale indicazione: pelle molto secca

ATTIVO PURO A34
Sintesi bibliografica

Nome INCI: ALGAE EXTRACT
Estratto di microalghe verdi (Nannochloropsis oculata), titolato in Oméga-3

Gli omega-3 sono acidi grassi polinsaturi il cui primo doppio legame, a partire dall’estremità metilica, è situato a livello del 3° carbonio. L’acido -linolenico (ALA, C18:3), l’acido eicosapentaenoico (EPA, C20:3) e l’acido docosaessaenoico (DHA, C22:3) sono i principali omega-3 presenti nell’alimentazione e nei nostri tessuti. Solo l’ALA non può essere fabbricato dall’organismo. L’EPA e il DHA possono essere sintetizzati dall’organismo a partire dall’ALA, tramite una serie di reazioni di elongazioni e di desaturazioni. La scarsa quantità prodotta non soddisfa però le esigenze del corpo umano.
L’alimentazione è quindi la principale fonte di apporto di omega-3. Le alghe, il pesce, la colza e le noci sono particolarmente ricchi di omega-3.

Questi acidi grassi hanno effetti favorevoli sulla composizione delle membrane cellulari e su numerosi processi biologici, come la regolazione della tensione arteriosa o l’elasticità dei vasi sanguigni. A livello della pelle, gli acidi grassi essenziali svolgono nel contempo:
• un ruolo strutturale: si tratta degli elementi costitutivi dei lipidi membranici.
• un ruolo funzionale: essi agiscono a vari livelli, in particolare nei fenomeni infiammatori, nell’azione immuno-modulatrice, nella proliferazione e nella differenziazione dei cheratinociti, nonché nella cheratinizzazione dei condotti delle ghiandole sebacee.

Una carenza di acidi grassi essenziali, principali elementi costitutivi dei ceramidi, si traduce in anomalie a livello della coesione intercellulare dello strato corneo. Parallelamente, la fase lipidica del film superficiale si impoverisce. La funzione di barriera della pelle non è quindi più assicurata e la perdita insensibile d’acqua aumenta.

I segni clinici sono ben noti: perdita di elasticità e di morbidezza, desquamazione, eritema, iper-reattività, pelle che tira e secchezza.

MECCANISMI DI AZIONE / PROVE DI EFFICACIA

È stata evidenziata la rapida diffusione degli acidi grassi attraverso le cellule dell’epidermide.  In caso di applicazione topica, la pelle metabolizza gli acidi grassi essenziali, i quali svolgono tre grandi azioni:

• Condizionare la produzione di eicosanoidi antinfiammatori [1-2].
L’ambiente indebolisce i fosfolipidi membranici, che vengono degradati in acido arachidonico. Quest’ultimo si trasforma poi in leucotrieni e in prostaglandine, che inducono l’infiammazione. L’EPA e il DHA agiscono limitando la formazione dei leucotrieni e ridicono così il processo infiammatorio.

• Integrarsi nelle membrane cellulari sotto forma di fosfolipidi [2-3].
Integrandosi nelle membrane cellulari sotto forma di fosfolipidi 3-4 ed influenzando l’attività delle proteine trans-membraniche, gli acidi grassi a catena lunga restituiscono fluidità al tessuto ed elasticità alla pelle. La funzione di barriera della pelle è così rapidamente ripristinata.

• Regolare la trascrizione genica, attivando i recettori nucleari PPAR -e RXR [2].
I PPAR -(recettori attivati dai proliferatori di perossisomi) svolgono un importante ruolo nella stimolazione dello sviluppo delle ghiandole sebacee e della lipogenesi. L’attivazione di questi recettori permette di stimolare la secrezione di lipidi e di favorire così la formazione del film idrolipidico. Questo film ricopre la superficie dell’epidermide e assicura la naturale protezione della pelle. Vero e proprio scudo contro le aggressioni ambientali, svolge anche una funzione essenziale ai fini dell’elasticità e della morbidezza della pelle [4].

Uno studio in vivo, condotto su 12 pazienti affetti da dermatite atopica, ha evidenziato l’azione di una pomata contenente 1,2% di DHA e 0,6% di EPA rispetto al placebo. Sono state effettuate da 2 a 3 applicazioni per 4 settimane. Rispetto all’aspetto della pelle all’inizio dello studio (eritema, papule, squame…), si è osservato un miglioramento dell’80% con la pomata agli omega-3, contrariamente al placebo, per il quale non è stata rilevata alcuna differenza significativa [1].

IL PARERE DEL NOSTRO ESPERTO

Gli acidi grassi insaturi sono indispensabili alla vita delle cellule e, in particolare, alla formazione delle loro membrane. In perpetuo “riciclaggio”, essi contribuiscono ai fenomeni infiammatori e possono regolarli. Svolgono azioni geniche e rilevano la loro importanza nei fenomeni di omeostasi, in particolare nello stoccaggio dei grassi o nella regolazione del metabolismo dei lipidi. Gli omega-3 sarebbero importanti nel controllo della psoriasi. Contrariamente a principi attivi farmacologici estranei all’organismo, la nozione di concentrazione e di dose è legata allo stato di equilibrio individuale e si potrebbe parlare di rapporti tra diversi acidi grassi (ad esempio, rapporto omega-3/omega-6). In ogni caso, occorrono concentrazioni relativamente elevate per sperare in un’azione significativa per via  cutanea.

DOSE EFFICACE
L’insieme delle pubblicazioni e degli studi scientifici, gli impieghi abituali di questo principio attivo e il parere del nostro esperto, ci hanno indotti ad utilizzare l’Attivo Puro Omega-3 alla dose di 38 mg per flacone.

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI


Questi dati sono forniti a titolo informativo e non costituiscono in alcun caso un’informazione medica né mettono in causa la nostra responsabilità. Questi documenti possono essere copiati o riprodotti solo ed esclusivamente a fini informativi, per un uso personale e privato. Qualunque copia o riproduzione utilizzata per altri scopi è espressamente vietata e metterebbe in causa la responsabilità del suo autore, ai sensi dell’articolo L 122-3 del Codice della Proprietà Intellettuale.