XChiudi

Proseguendo la navigazione sul nostro sito, lei accetta che vengano utilizzati dei cookie per proporle servizi e offerte in linea con le sue aree di interesse.

Per saperne di più e configurare i cookie
TIROSINA
Indicazione: abbronzatura difficile
ATTIVO PURO A83
Sintesi bibliografica
 
  • Nome INCI : ACETYL TYROSINE
  • Molecola pura a più del 98%, estratta da semi di soia (Glycine max L.)
 

La tirosina è un aminoacido sintetizzato dall’organismo a partire dalla fenilalanina.
Questa molecola svolge varie funzioni fisiologiche:
• Precursore della noradrenalina (norepinefrina), della dopamina, dell’adrenalina (epinefrina) e della tirossina  (ormone tiroideo).
• Precursore della melanogenesi: catalizza le prime tappe della sintesi della melanina, come l’ossidazione della L-tirosina in L-diidrossifenilalanina (L-dopa) sotto l’azione della tirosinasi.

Alcuni studi indicano però che, in applicazione topica, la tirosina pura non possiede una grande biodisponibilità (si cristallizza, in quanto solubile solo in presenza di pH > 11.4). Alcuni derivati della tirosina sono quindi impiegati in campo cosmetico, per la loro maggiore penetrazione della pelle.

L’acetil-tirosina, precursore stabile e idrosolubile della tirosina, è utilizzato di preferenza nei prodotti solari, per stimolare il processo di abbronzatura.

 

  • MECCANISMI DI AZIONE / PROVE DI EFFICACIA

La pigmentazione della pelle è il risultato di un concatenamento di reazioni complesse. In effetti, l’espressione dell’ormone αMSH (melanocyte stimulating hormone/Ormone melanocortina) e del suo recettore MC1R (melanocortin receptor) è UV-dipendente.

Durante l’esposizione al sole, il legame αMSH-MC1R viene attivato e il tasso intracellulare di AMPc (adenosina monofosfato ciclico) aumenta. Questo determina l’espressione del gene della tirosinasi, consentendo la trasformazione della tirosina in L-dopa.
Quest’ultima viene poi trasformata in DOPA chinone, il quale evolve successivamente in eumelanina e feomelanina. Questi due pigmenti sono responsabili della colorazione della pelle.

In questo concatenamento di reazioni, la tirosina è il reattivo limitante.

In sede di applicazione topica, l’acetil-tirosina viene preventivamente idrolizzato in L-tirosina, per aumentare quindi la quantità di substrato ossidabile da parte della tirosinasi [2].

La tirosina:
• aumenta l’abbronzatura [1, 2]
• stimola la melanogenesi [3, 4, 5, 6, 7, 8]
• incrementa la proliferazione dei melanociti [9].

 

  • IL PARERE DEL NOSTRO ESPERTO

La tirosina è un aminoacido importante nella sintesi di nuovi mediatori sia del sistema nervoso (L-Dopa) che del sistema di pigmentazione della pelle. Alcune persone possono presentare carenze, soprattutto in caso di disturbi metabolici della fenilalanine, che è il suo precursore (caso della fenilacetonuria). Le conseguenze essenziali della carenza di tirosina sono di natura nervosa. Sono però osservabili anche carenze cutanee in caso di diete proteiche squilibrate.

Anche se esiste una logica nell’apporto di tirosina per aumentare la melanogenesi, il meccanismo di regolazione risulta complesso.
È consigliabile la somministrazione concomitante di cisteina, la quale agisce più a valle nella formazione della melanina e può costituire una tappa limitante su una pelle sottoposta ad un intenso irraggiamento.  L’acetil-tirosina, scelta per motivi di stabilità, deve subire una desacetilazione per diventare biodisponibile.  Ciò è teoricamente possibile, ma rende ancora più difficile il confronto delle dosi e la definizione di un criterio ottimale. Nel dubbio, si può ritenere che un apporto dell’ordine del % possa essere proposto; in letteratura, si trova una dose massima del 6%…

Da notare inoltre che la fenilalaninae (precursore della tirosina) è stata proposta in associazione con la PUVA-terapia a dosi elevate (50mg/kg) tramite VO per re-pigmentare le vitiligini (citato da JP Ortonne), senza che tale tecnica sia peraltro generalmente riconosciuta.

Questo principio attivo può essere completato da un’associazione di rame e cisteina, i quali costituirebbero allora una composizione biomimetica interessante per garantire le migliori condizioni ad un indiscutibile effettore come un αMSH agonista.

DOSE EFFICACE
L’insieme delle pubblicazioni e degli studi scientifici, gli impieghi abituali di questo principio attivo e il parere del nostro esperto, ci hanno indotti ad utilizzare l’Attivo Puro Tirosina alla dose di 3000 mg per flacone.

 

  • RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI

[1] Self-tanning Based on Stimulation of Melanin Biosynthesis. Daniel Schmid et al. Cosmetics & Toiletries, 122(7):55-56. 2007.
[2] Tanning acceleraors : increasing the effectiveness. Tur W. Cosmetics and toiletries, 105(12):79-85. 1990.
[3] Melanogenesis in Cultured Melanocytes can be Subtantially Influenced by L-Tyrosine and L-Cysteine. Smit NPM et al, The society for investigative Dermatology Inc, 109(6):796-800. 1997.
[4] Positive regulation of melanin pigmentation by two key substrates of the melanogenic pathway, L-tyrosine and L-dopa. Slominski A et al, Journal of cell science, 89(3):287-296. 1988.
[5] Ammonium chloride and L-Tyrosine enhance melanogenesis in vintre but not in vivo even in combinaition with ultra violet radiation.
Kongshoj B et al, Photodermatol Photoimmunol Photomed, 23:197-202. 2007.
[6] Tyrosine levels Regulate the melanogenic Response to melanocyte stimulationg hormone in Human α-Melanocytes :Implications for Pigmentation and proliferation. Schwahn DJ et al, Pigment Cell Res, 14(1): 32-39. 2001.
[7] The role of ultraviolet radiation and tyrosine stimulated melanogenesis in the induction of oxidative stress alterations in fair skin melanocytes. Baldea I et al, Experimental Oncology 31(4):200-208. 2009.
[8] (Pheo)melanin photosensitizes UVA-induced DNA damage in cultured human melanocytes. Wenczl E et al. J Invest Dermatol.
111:678-682. 1998.
[9] Effect of L-tyrosine on proliferation and melanization in cultured normal human melanocytes. Lee MH et al. Korean J Dermatol.
34:25-30. 1996.

Questi dati sono forniti a titolo informativo e non costituiscono in alcun caso un’informazione medica né mettono in causa la nostra responsabilità. Questi documenti possono essere copiati o riprodotti solo ed esclusivamente a fini informativi, per un uso personale e privato. Qualunque copia o riproduzione utilizzata per altri scopi è espressamente vietata e metterebbe in causa la responsabilità del suo autore, ai sensi dell’articolo L 122-3 del Codice della Proprietà Intellettuale.